Skip to main content

Trattamento delle infezioni da batteri Gram-negativi “difficili”: le indicazioni dell’IDSA

News dalla letteratura

Settembre 07, 2021

La Società Americana di Infettivologia (IDSA) ha recentemente pubblicato le indicazioni sul trattamento delle infezioni da Enterobacterales produttori di β-lattamasi a spettro esteso (ESBL-E),

da Enterobacterales resistenti ai carbapenemi (CRE) e da Pseudomonas aeruginosa multi resistente. Il documento dell’IDSA non si sofferma né sulla terapia empirica, né sulla durata del trattamento, ma si focalizza sulla scelta della terapia antibiotica mirata sul dato microbiologico (assumendo quindi che sia stato identificato l’agente causale e che sia disponibile il relativo antibiogramma).
Per quanto riguarda il trattamento delle infezioni da ESBL-E escluse le vie urinarie, i farmaci considerati di prima scelta sono rappresentati dai carbapenemi, relegando a regimi di seconda scelta le varie strategie “carbapenem-sparing”. Per quanto riguarda le cistiti la prima scelta è rappresentata dal cotrimossazolo e dalla nitrofurantoina, mentre in caso di infezioni complicate delle vie urinarie/pielonefriti la scelta ricade tra carbapenemi, chinolonici o cotrimossazolo.
Il trattamento delle infezioni da CRE è difficilmente schematizzabile in quanto pressoché individuale: infatti, la scelta della terapia antibiotica dipende da sede e gravità dell’infezione, oltre che dai dati di suscettibilità in vitro, considerando in primis i valori di MIC per meropem. Si rimanda pertanto alla attenta lettura delle tabelle del documento.
Infine, per le infezioni “difficili” da P. aeurginosa multi resistente, il trattamento di scelta ricade sulle nuove combinazioni di β-lattamico/inibitore delle β-lattamasi quali ceftolozane/tazobactam, ceftazidime/avibactam o imipenem/relebactam; nelle infezioni delle vie urinarie si può considerare l’uso in prima battuta di cefiderocol oppure dell’aminoglicoside in singola somministrazione se si tratta di semplice cistite.
Le indicazioni contenute nel documento dell’IDSA sono facilmente adattabili all’ambito pediatrico. Per i dosaggi dei farmaci in età pediatrica si rimanda alla precedente pubblicazione di Chiotos e coll.

Tamma PD, Aitken SL, Bonomo RA, Mathers AJ, van Duin D, Clancy CJ. Infectious Diseases Society of America Guidance on the Treatment of Extended-Spectrum β-lactamase Producing Enterobacterales (ESBL-E), Carbapenem-Resistant Enterobacterales (CRE), and Pseudomonas aeruginosa with Difficult-to-Treat Resistance (DTR-P. aeruginosa). Clin Infect Dis. 2021 Apr 8;72(7):e169-e183. doi: 10.1093/cid/ciaa1478. PMID: 33106864.
Chiotos K, Hayes M, Gerber JS, Tamma PD. Treatment of Carbapenem-Resistant Enterobacteriaceae Infections in Children. J Pediatric Infect Dis Soc. 2020 Feb 28;9(1):56-66. doi: 10.1093/jpids/piz085. PMID: 31872226; PMCID: PMC7047006.

Altre News

Infezione da Rotavirus come causa importante di mortalità nei bambini con meno di 5 anni.

Severe acute respiratory syndrome coronavirus 2 infections in primary school age children after partial reopening of schools in England

Infezioni batteriche di cute e tessuti molli in età pediatrica

Kingella kingae, la nuova più comune causa di artrite settica nei bambini

L'importanza del vaccino pediatrico per tutta la popolazione - How COVID vaccines shaped 2021 in eight powerful charts