Skip to main content

La modalità di parto modula il microbiota intestinale e influisce sulla risposta alle vaccinazioni

News SITIP

Giugno 01, 2023

La comprensione del ruolo del microbiota nel complesso percorso di sviluppo del sistema immunitario, sta rivelando scenari imprevedibili fino a pochi anni fa. In un elegante studio olandese, condotto da de Koff et al. e pubblicato su Nature Communication è stato aggiunto un ulteriore tassello di conoscenza.

Gli autori hanno studiato in maniera prospettica e longitudinale una coorte di nati sani nel primo anno di vita, al fine di valutare l’interazione tra le esposizioni ambientali precoci, lo sviluppo della comunità microbica intestinale e la successiva risposta anticorpale alla vaccinazione antipneumococcica e meningococcica.
Il principale risultato è stato che, in neonati di una settimana, un profilo microbico intestinale stabile e caratterizzato da una maggiore concentrazione di batteri potenzialmente benefici, Bifidobacterium ed E. coli, e da una minore concentrazione di patobionti quali Streptococcus, E. faecium e Klebsiella, era associato a risposte anticorpali più elevate alla vaccinazione anti-pneumococco e anti-meningococco misurata a distanza mesi, rispettivamente a 12 e 18 mesi di vita. Le specie Bifidobacterium sono note produttrici di acidi grassi a corta catena (SCFA) in grado di interagire con le cellule immunitarie dell'ospite. Questa osservazione suggerisce come le differenti tipologie di colonizzazione batterica possano regolare la maturazione B cellulare, e avere effetti duraturi sull’immunità adattativa.
Gli autori, inoltre hanno valutato l’impatto di diverse esposizioni ambientali (tipologia del parto e di alimentazione, sesso, utilizzo di antibiotici nei primi tre mesi di vita, presenza di animali domestici) e hanno identificato come il parto vaginale sia il principale fattore in grado di modulare in senso favorevole il profilo microbico intestinale e la conseguente risposta anticorpale.
In precedenza, il ruolo del microbiota intestinale nella risposta immunitaria, era già stato valutato, ma esclusivamente considerando le caratteristiche presenti nella finestra temporale precedente la vaccinazione.
In conclusione, questo le prime fasi della vita rappresentano un momento chiave e che il parto vaginale, attraverso la modulazione del profilo batterico intestinale, modifica la risposta anticorpale alle vaccinazioni.

 

Emma M. de Koff, et al. Mode of delivery modulates the intestinal microbiota and impacts the response to vaccination. Nature Communications | ( 2022) 13:6638

Altre News

Vaccino pneumococcico coniugato 20 valente (PCV 20): prima approvazione pediatrica.

Osteomielite batterica pediatrica: rapporto clinico e fattori di rischio per lo sviluppo di sequele.

Per non perdere la leggerezza...anche in letteratura

SCOPRI I DATI E GLI “SCATTI” DELL’ULTIMO CONGRESSO NAZIONALE

Pubblicata dall’OMS la “Global research agenda for antimicrobial resistance in human health”